Archivi tag: exportbellico

Il vaccino e la nave da guerra

La narrazione suprematista della vita attraverso due viaggi

Tra la vigilia e il giorno di natale sono iniziati due viaggi internazionali, forieri uno di vita e l’altro di morte. Il primo seguito passo passo da tutti i media, il secondo oscenamente ignorato.

Il 24 dicembre da Puurs, la cittadina belga che ospita la sede della Pfizer, sono partiti i tir per la distribuzione europea del vaccino anti-covd. Del percorso dei vaccini, in particolare dopo aver superato il confine del Brennero sappiamo tutto: dall’arrivo a Roma alla ripartenza di ciascuna dose per le diverse città italiane, fino ai nomi dei primi fortunati vaccinati, paese per paese, grazie alla copertura massiccia dell’operazione da parte di tutte le testate giornalistiche internazionali, nazionali e locali.

Il mattino dopo, 25 dicembre, inizia un altro e diverso viaggio: da La Spezia parte la prima delle due fregate FREMM, navi da guerra di ultima generazione costruite da Fincantieri, e consegnata in sordina al governo egiziano due giorni prima, il 23 dicembre, non solo senza alcun passaggio parlamentare, ma senza neanche un comunicato stampa né una testata giornalistica a raccontarlo. La notizia viene diffusa dalla Rete italiana pace e disarmo e solo dopo, timidamente, qualche giornale comincia a riprenderla, fino al 31 dicembre giorno in cui – mentre la fregata arriva ad Alessandria d’Egitto – i genitori di Giulio Regeni dichiarano di aver preparato un esposto-procura contro il governo italiano “per violazione della legge 185/90, che vieta le esportazioni di armi verso Paesi i cui governi sono responsabili di gravi violazioni dei diritti umani e l’Egitto rientra tra questi”. A quel punto l’informazione non può essere più taciuta e con l’inizio del nuovo anno esplode.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in annotazioni