Il Servizio Civile come diritto, non specchietto per le allodole

Periodicamente qualcuno rilancia la proposta del servizio civile obbligatorio, nazionale o europeo, non solo tra chi non fa mai mancare la propria opinione su tutto, ma anche da parte di chi ha qualche potere decisionale.
Ieri, per esempio, è stata la volta del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Paruffo che vorrebbe almeno “sei mesi di servizio civile obbligatorio europeo” http://www.vita.it/societa/servizio-civile/peluffo-ora-di-un-servizio-civile-europeo-obbligatorio.html .
Il classico specchietto per le allodole.
Perché il sottosegretario di Monti, piuttosto che proiettarsi in scenari futuribili quanto improbabili, non si impegna a garantire oggi il “diritto” al Servizio Civile per tutti i giovani che ne fanno richiesta, la maggior parte dei quali rimangono esclusi per mancanza di risorse?
Basterebbe riconvertire in risorse per la “difesa civile” l’equivalente del costo di un paio di caccia bombardieri F-35 all’anno, voluti a tutti i costi per la “difesa militare”. Cioè per la guerra.
Essendo 90 esemplari, avremmo un investimento certo per il diritto al Servizio Civile Nazionale per il prossimo mezzo secolo.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in annotazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...